FOCUS SULL’IMPIANTO | Trova una soluzione per la disfunzione erettile

Che cos’è un impianto di protesi peniena idraulica? Come funziona?

“La protesi ha riportato intimità e spontaneità all’interno della nostra vita amorosa, quella spontaneità che avevamo perso con l’uso dei farmaci, del vacuum e delle iniezioni che avevano reso il nostro rapporto troppo meccanico”

– Raimondo*

image anatomy titan-2
image anatomy titan

Come funziona la protesi idraulica?

La protesi si attiva premendo la pompa posizionata nello scroto che permette di gonfiare i cilindri: attraverso la stessa potrai controllare la rigidità del pene, pompando fino a quando non sarai soddisfatto dell’erezione. Una volta finito ti sarà necessario premere il bottone della pompa, in modo che il fluido nei cilindri ritorni al serbatoio e sgonfi così il pene.

 

Caratteristiche protesi idraulica:

  • Facile da attivare ed usare
  • Deflazione in un solo gesto
  • Non visibile quando il pene è in stato flaccido
  • L’erezione è comparabile a quella naturale
  • Massimizza la circonferenza del pene

Con la protesi idraulica il tuo pene apparirà rilassato e più naturale nello stato flaccido: con questa tipologia avrai un’erezione controllata ed ogni suo componente sarà invisibile.

La protesi idraulica è un sistema realizzato in materiale flessibile e resistente ed è composta da tre parti collegate da tubi in silicone1:

  • Il serbatoio (posizionato nell’addome)
  • I cilindri (posizionati nei corpi cavernosi del pene)
  • La pompa (posizionata nello scroto)

Per ottenere un'erezione:

Prendi la pompa posizionata nello scroto per trasferire il liquido ai cilindri, poi premila più volte tenendola tra il pollice e l’indice, fino al raggiungimento dell’erezione.

 

Per tornare allo stato flaccido:

Premi il bottone della valvola di sgonfiaggio per diminuire la pressione del liquido nei cilindri e per consentire al fluido di tornare nel serbatoio, in questo modo riporterai il pene allo stato di flaccidità.

Informazioni importanti sul rischio

L’impianto di una protesi si effettua attraverso un intervento chirurgico ed i suoi rischi, anche se limitati, possono includere complicanze come: infezione, gonfiore, dolore e disagio. Una volta impiantata, si potrebbero verificare alcuni eventi tali da rendere necessario un ulteriore intervento chirurgico quali: infezione, erosione, migrazione o malfunzionamento. Il tuo medico ti informerà in modo dettagliato su tutti i possibili rischi legati all’impianto di una protesi peniena.

1: Coloplast Titan®, Titan ® OTR and Titan® Touch Inflatable Penile Prosthesis Instructions for Use. Coloplast Corp. 2016.

Condividi questo articolo